Le primarie del Pd, una riflessione sul perché non votare

Primarie Pd

L’8 dicembre si terranno le Primarie per l’elezione del Segretario del Partito democratico. Rappresentano un evento politico importante per l’Italia e il Centrosinistra che verrà, se verrà. Sono interessato al risultato finale e mi rendo conto che le conseguenze della vittoria di questo o di quel candidato avranno ripercussioni sull’identità di quel partito, sulla natura delle alleanze che intenderà costruire e sull’approdo o meno alla famiglia del socialismo europeo. Ho le mie preferenze, ma senza alcun tentennamento non andrò a votare perché:

  • sono iscritto ad un altro partito;
  • ritengo che i dirigenti di un partito li debbano eleggere gli iscritti a quel partito;
  • non si tratta dell’investitura del leader del centrosinistra, ma molto più modestamente del segretario di un partito;
  • non firmerei un documento di sostegno alla linea del Pd, come chiesto ai seggi, perché non mi compete né interessa;
  • quando partecipo ad un voto, il risultato mi impegna, mentre chi verrà eletto non mi rappresenterà. Comunque faccio gli auguri a tutti a quelli che andranno a votare e soprattutto a quelli che non ci andranno perché in quel partito nutrivano speranza e oggi vivono di rassegnazione.

Giuseppe Cattalini
Coordinamento regionale Sinistra Ecologia Libertà Lombardia

email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>