Luciano Ongaro Sindaco X Bergamo, il programa

Aperta come la sfida

Pubblichiamo di seguito l’introduzione al programma di Luciano Ongaro, candidato alle elezioni primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco di Bergamo. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.ongaro2014.it.

Siamo in un periodo di grande crisi, economica e finanziaria, ma anche sociale e morale. E’ un periodo di decadenza. Nei periodi di crisi l’insicurezza economica, la precarietà e l’incertezza, l’ansia per il futuro, non aumentano il senso della coesione sociale, ma alimentano aggressività e prepotenza individuale e solitudine sociale.

Vi è una radicata sfiducia anche nello Stato e nella politica che dovrebbe essere l’arte di costruire insieme la « città » secondo i bisogni e i desideri più belli dei cittadini. Corruzione, spreco e inefficienza hanno dilagato negli ultimi venti anni, a livelli inauditi: 2.000 miliardi nei 20 anni dell’era berlusconiana, pari all’ammontare del nostro debito pubblico; debito che oggi strangola le classi meno abbienti e più povere del nostro paese.

Abbiamo bisogno nuovamente di una profonda riforma, economica e morale del nostro paese. Non possiamo illuderci di « cambiare le cose » se non cambiamo nuovamente i rapporti sociali e umani, profondamente negativi, in cui siamo caduti.  La lotta alla corruzione, alla inefficienza e allo spreco nella pubblica amministrazione debbono essere il primo obbiettivo di una rinnovata azione politica, per ridare fiducia ai cittadini e per ritrovare il senso del bene comune e dell’interesse collettivo.

Il Comune come comunità, luogo di relazioni, di coesione sociale, e di amministrazione della vita cittadina con la partecipazione di tutti cittadini, anche coloro in cerca di cittadinanza, che partecipano stabilmente alla vita della città.

La parità e l’eguaglianza dei diritti devono essere tutelati secondo l’art. 3 della Costituzione, che prevede la libertà di espressione del genere, dell’etnia, della lingua della religione e dell’opinione politica. La sua attuazione è diventata tuttavia una battaglia che non può mai dirsi conclusa poiché in continua lotta con la cultura della discriminazione, della  gerarchizzazione sociale ed individuale, la quale pone le sue basi nelle diseguaglianze. Si tratta di una cultura che rinasce in continuazione, soprattutto nei periodi di crisi sociale, quale quello che viviamo oggi, nella recrudescenza della violenza sulle donne e di un nuovo razzismo.

Bergamo Città Aperta, è una città che include e non esclude, dove i cittadini non si chiudono nella difesa gretta di interessi egoistici ma si aprono al riconoscimento dei bisogni e dei valori  degli altri per costruire insieme, nel reciproco riconoscimento, una città in cui operare e vivere per il benessere comune, sia economico che morale.

Si tratta di un programma work in progress, open source, che potrà essere arricchito da molti altri suggerimenti.

INDICE

  1. Risorse economiche e criteri
  2. La città e la sua mobilità
  3. Il centro cittadino. I grandi contenitori. Le periferie. La casa
  4. Lo sviluppo economico. I giovani e il lavoro
  5. Inclusione Sociale, Diritti ed Eguaglianza
  6. La cultura
  7. I servizi sociali
  8. La sicurezza
  9. La partecipazione
  10. Conclusioni Aperte
email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>