Renzi e le unioni civili: nessun compromesso, serve piena eguaglianza

Omofobia

Nel suo intervento al Senato Matteo Renzi ha indicato, tra i punti del programma di Governo, un compromesso sulle unioni civili tra le forze che lo sostengono. Assurdo. Non si garantisce l’eguaglianza per le persone omosessuali, ancora oggi discriminate, con un compromesso al ribasso contrattato con il partito di Alfano. Non si risponde alla domanda di diritti per tutti e per tutte con ulteriori prese in giro sul “qualcosa” che è meglio di “niente”. I diritti o ci sono o non ci sono, l’eguaglianza o si realizza in pieno o non si realizza per nulla. Il nuovo ‘verso’ indicato da Renzi significa continuare a discriminare in modo irragionevole le coppie formate da persone omosessuali. Lasciando l’Italia in uno stato di inaccettabile arretratezza sul piano della civiltà giuridica.
Sinistra Ecologia Libertà ha nel suo programma politico non il compromesso sulle unioni civili, ma il matrimonio egualitario. Vale a dire la realizzazione della piena eguaglianza giuridica per le persone omosessuali, senza ‘se’ e senza ‘ma’. Senza compromessi, poiché noi vogliamo governare nell’interesse di tutte e di tutti. Non per soddisfare gli interessi delle ‘larghe intese’ e le pretese di una destra che, a cominciare dai diritti civili, non trova alcuna rispondenza nell’Europa più evoluta.
Proceda pure su questa strada il Governo Renzi. Vorrà dire che poi interverranno di nuovo le Corti nazionali e internazionali: perché sono proprio questi compromessi ad essere in torto rispetto al Diritto.

Dimitri Lioi
Coordinamento provinciale – Sinistra Ecologia Libertà Bergamo

email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>