Emergenza casa, massima priorità

emergenza casa

Sinistra Ecologia Libertà esprime il proprio apprezzamento all’iniziativa messa in campo da parte dell’amministrazione comunale di Bergamo, per aver affrontato prioritariamente la problematica della casa sul territorio comunale, prevedendo la ristrutturazione dei 224 appartamenti comunali ad oggi inutilizzabili perché non a norma.

Già in campagna elettorale per le primarie  SEL aveva  infatti indicato come primo provvedimento da adottare  in caso di vittoria, l’intervento sul patrimonio immobiliare del Comune, la ristrutturazione degli alloggi ERP a fronte della crescente domanda della cittadinanza e soprattutto dei giovani. È quindi estremamente positivo l’impegno dell’attuale amministrazione volto a concretizzare immediatamente una risposta a questa domanda che guarda con un occhio all’immediato, ed un occhio al futuro.

Ci auguriamo che l’accordo con Aler sia proficuo per il Comune di Bergamo e quindi per la cittadinanza tutta. Per questo chiediamo all’amministrazione di vigilare attentamente sulla gestione che l’Aler avrà sul patrimonio immobiliare comunale, pretendendo standard di qualità sulla ristrutturazione e la manutenzione degli appartamenti, affinché le opere vengano portate a termine nei termini prestabiliti, senza deroghe.

Avremmo preferito che fosse il Comune direttamente ad assumersi e realizzare questo onere, ma le restrizioni del patto di stabilità  non lo consentono. Aler al contrario può accedere direttamente ai fondi regionali. Questa dell’Aler è apparsa allora l’unica via percorribile per l’ente locale, stante le assurde politiche nazionali del Governo Renzi che continuano a prevedere ulteriori tagli che ricadono direttamente ed indirettamente sull’ente comunale.

Avremmo preferito la gestione diretta da parte del Comune, per potere, all’interno di tale gestione promuovere nuovi tipi di assegnazione degli alloggi comunali, e di co-housing, dirette soprattutto ai giovani. Continueremo a lavorare per concretizzare la disponibilità dell’amministrazione e del Sindaco in quest’ottica: forme di assegnazione in comodato gratuito per un certo periodo di tempo a fronte dell’assunzione, da parte degli assegnatari, della ristrutturazione dell’alloggio, specie in caso di ristrutturazioni di moderata entità; la destinazione di parte di tali appartamenti a canone agevolato per cittadini che mettano a disposizione un monte ore di lavoro volontario da destinare ad attività nel quartiere o a servizi di pubblica utilità, come realizzato nel Comune di Milano.

Questo accordo con l’Aler è il punto di partenza. Il nostro impegno sarà quello  di continuare  a lavorare per raggiungere questi obbiettivi, anche all’interno dell’accordo Comune/Aler, o reperendo altre risorse immobiliari per questi ed altri progetti.

email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>