16 novembre, Ricordando Mario Zeduri “Tormenta”

mario zeduri

Quest’anno per ricordare il settantesimo anniversario della Liberazione, aderendo al progetto “Vite Partigiane” promosso dall’ISREC, abbiamo adottato la figura del partigiano Mario Zeduri, nome di battaglia Tormenta, studente del Politecnico di Milano, della 53a Brigata Garibaldi “13 Martiri Lovere”, caduto nell’eccidio della Malga Lunga il 17 novembre del 1944, impegnandoci a raccontare e a ricordare la sua figura come protagonista della Resistenza e dell’antifascismo in particolare nei luoghi più significativi della sua vita. La prima tappa di questo nostro impegno si è svolta domenica 12 luglio alla Malga Lunga nel luogo in cui Mario Zeduri è stato ucciso. Nella seconda tappa di questo nostro impegno, abbiamo pensato di ricordare la figura di Mario anche nei luoghi in cui viveva e, quindi, nel quartiere della Malpensata, in particolare nell’oratorio della Parrocchia del quartiere che lo stesso frequentava. Tormenta, oltre ad essere stato convinto antifascista e partigiano, era un convinto cattolico e per questo abbiamo deciso di ricordarlo anche evidenziando questo suo aspetto che consente di comprendere appieno le motivazioni che lo hanno indotto ad aderire alla lotta partigiana.

Lo faremo lunedì 16 novembre sera alle 20,30 presso l’Oratorio della Parrocchia Invenzione S. Croce in Bergamo, oltre all’ISREC, anche agli studenti e agli insegnanti AFP del Patronato San Vincenzo che su Mario Zeduri hanno curato uno specifico approfondimento.

email

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>